CHI SIAMOIL PORTALECAMERE DI COMMERCIOCONTATTILINKSNEWSCREA IL TUO REPORT
TRAIL - Portale nazionale delle infrastrutture di trasporto e logistica del sistema camerale
Unioncamere
Accesso Area Riservata
Non sei ancora registrato? Clicca qui.
Cerca nel sito
INTERVENTI / Interporto / Italia / Campania
Fonte: elaborazione Uniontrasporti su mappe Google
Interporto di Salerno: nuova realizzazione
TIPOLOGIA DI INTERVENTO
Nuova realizzazione
OBIETTIVI
L'obiettio è quello di realizzare un sistema di logistica intermodale con il potenziamento del trasporto merci su ferro. Sull'area di Battipaglia (SA) è ricaduta la scelta di realizzazione dell'interporto, perchè riesce, con la viabilità di servizio, a separare completamente il flusso di traffico merci da quello ordinario con grandi benefici in termini di livello di servizio delle infrastrutture per entrambi i flussi.  La vocazione dell'Interporto è quella di dedicarsi al trasporto ferro - gomma, con uno sguardo alla possibilità di avere relazioni con il Porto di Salerno.
DESCRIZIONE INTERVENTO
L'Interporto sarà realizzato nei pressi di Battipaglia, in un'area industriale e commerciale fra le più attive in Campania, a nord della pregiata zona agricola della Piana del Sele. L'area di Battipaglia si trova in posizione strategica per i collegamenti: in prossimità del Porto di Salerno, dell'Autostrada A3 (Salerno-Reggio Calabria) e di due linee ferroviarie (Napoli-Reggio C. e Battipaglia-Potenza), Battipaglia è un centro di snodo per tutto il Sud Italia .

Caratteristiche tecniche del nuovo scalo
AREA LOGISTICA (167.444 mq, di cui 92.644 superficie coperta locabili/utili)
- Magazzini per corrieri
- Distripark
- Magazzini di grandi dimensioni per lo stoccaggio
- Uffici di pertinenza dei magazzini
- Magazzino raccordato
- Aree di stoccaggio casse mobili
Saranno qui presenti le strutture dedicate allo smistamento e alla manipolazione dei carichi, con possibilità di insediamento per gli operatori di trasporto collettame e a carico completo, e per i distributori di merce nell'area urbana. Nei due estesi magazzini di stoccaggio potranno insediarsi grandi operatori logistici in grado di eseguire, per conto delle imprese, operazioni di stoccaggio e trattamento della merce a valle del processo produttivo.

TERMINAL FERROVIARIO-INTERMODALE (35.244 mq)
- 3 binari di interscambio modale
- Ampia disponibilità di piazzali per la manovra dei mezzi e lo stoccaggio temporaneo delle unità di carico
- Connessione diretta allo scalo ferroviario di Battipaglia
- 1 binario di raccordo a magazzino
Il terminal di Battipaglia costituisce una favorevole opportunità di insediamento di traffici di trasporto combinato. L'estrema vicinanza a uno scalo su una linea nazionale (Napoli-Battipaglia-Reggio Calabria, con prospettive di realizzazione dell'Alta Capacità) e di attestazione di una linea di collegamento trasversale (Battipaglia-Potenza-Taranto), rendono l'esercizio del trasporto intermodale agevole per l'operatore ferroviario e attrattivo per gli organizzatori dell'interscambio ferro-gomma.

AREE SERVIZI (127.117 mq, di cui 14.259 mq coperti)
- Edificio per i servizi all'uomo (3 piani)
- Uffici di gestione dell'Interporto
- Officine
- Distributori di carburante
- Stalli per la sosta temporanea e permanente dei mezzi e delle unità di carico
- Parcheggi e viabilità di raccordo con le arterie stradali esterne.

In data 27 Maggio 2005 il Cipe ha approvato, con prescrizioni e raccomandazioni, il primo lotto funzionale dell’Interporto di Battipaglia, per un costo di 18,198 milioni di euro, già finanziato. Il costo totale del progetto sfiora i 90 milioni 419 mila euro, necessari per allestire e infrastrutturare il polo. Le risorse finanziarie per la realizzazione del primo stralcio funzionale del progetto si distinguono in tre voci: la prima, che rinvia ai finanziamenti pubblici della legge 135/97, è pari ad un importo di 7.746.854 euro. Seguono i finanziamenti del Por Campania 2000-2006 misura 6.1 con un importo di 8.002.781 euro , per la realizzazione di interventi coerenti all’Asse VI della linea FESR, per l’intervento relativo al raccordo ferroviario con la rete FS ( delibera n. 206 del 16/02/2005, Giunta della Regione Campania) e quelli provenienti dai privati paria 2.448.295 euro per un totale di 18.197.930 euro. Per il secondo lotto i contributi raggiungeranno i 16.035.449,23 euro, mentre per il terzo i 56.185.620,91.

L’attività della Salerno Interporto genererà un volume di fatturato a regime valutabile in 4,2 – 4,7 milioni di euro ogni anno. Una stima cautelativa di massima delle sole attività logistiche insediate nei magazzini indica un fatturato annuo per gli operatori insediati nell’intervallo di 31 – 47 milioni di euro l’anno. Mentre l’occupazione generata è stimabile in 170-220 addetti permanenti (escludendo il centro per i servizi all’uomo e l’occupazione indotta su attività esterne quali l’autotrasporto).
COMUNI INTERESSATI
Battipaglia (SA)
» SCHEDA COMPLETA
Scheda aggiornata al 3/16/2009
INFRASTRUTTURE INTERESSATE
Interporto di Salerno
Uniontrasporti @ UNIONTRASPORTI S.CONS.R.L. 2017 | P.Iva 08624711001 | Credits | Metodologia | Disclaimer | Copyright | Informativa sui Cookie
Valid XHTML 1.0!