CHI SIAMOIL PORTALECAMERE DI COMMERCIOCONTATTILINKSNEWSCREA IL TUO REPORT
TRAIL - Portale nazionale delle infrastrutture di trasporto e logistica del sistema camerale
Unioncamere
Accesso Area Riservata
Non sei ancora registrato? Clicca qui.
Cerca nel sito
INTERVENTI / Interporto / Italia / Piemonte
Centro Intermodale di Novara: potenziamento
TIPOLOGIA DI INTERVENTO
Nuova realizzazione
OBIETTIVI
Entro il 2016 l’apertura dei nuovi trafori svizzeri del Loetshberg e del Gottardo, del terzo valico su Genova e del nuovo traforo del Frejus faranno del Novarese la più importante area di afflusso per le merci nel sud Europa. L'obiettivo è quindi quello di portare l’Interporto di Novara al massimo livello di efficienza, per quanto attiene sia al terminale intermodale, sia ai magazzini raccordati e ai relativi servizi: il tutto, con la finalità di innalzare la capacità di trattamento globale dell’Interporto sopra la soglia delle 200.000 UTI/anno, fornendo così un contributo risolutivo al noto problema della diminuzione del traffico pesante su gomma attraverso le Alpi ed al suo trasferimento sul sistema ferroviario intermodale.
DESCRIZIONE INTERVENTO
L’interporto di Novara è interessato da alcuni interventi di potenziamento ed espansione individuati nel Piano strategico di sviluppo industriale:
  • Interporto Est: CIM Est è il nuovo terminal intermodale dedicato alla logistica e ai servizi, evoluzione dell’attuale interporto ad Est della Tangenziale di Novara, già in fase di progettazione e che si svilupperà su un’area di 1.000.000 mq, raccordato con 12 binari da 1.000 metri ciascuno, magazzini e maxi aree stoccaggio. Attualmente quest’opera risulta in fase di progettazione preliminare, e la consegna dei lavori è prevista per il 2015. A questo progetto, previsto dai piani territoriali del Comune e della Provincia di Novara si affiancherà la realizzazione a Nord di un’ulteriore area per la logistica e l’industria collegata all’Interporto da oltre 1,5 milioni di mq, nei comuni di Novara e Galliate.
  • Completamento Interporto Ovest: si prevede l’estensione del terminal Ovest su una superficie 234.000 mq che a regime si svilupperà su un’area di circa 839.000 mq. Al momento i lavori per la realizzazione di quest’opera sono in corso. Il costo si attesta a 108.332.330 di Euro.
  • Realizzazione binari presa consegna all'interno del terminal RFI Novara Boschetto (1° Stralcio attuativo): l'Interporto di Novara Boschetto attualmente si connette al sistema ferroviario nazionale tramite un unico binario che si diparte dallo Scalo di Novara Boschetto. Scalo ferroviario ed Interporto sono fisicamente separati dall'alveo del torrente Terdoppio. Il primo stralcio attuativo consiste nella realizzazione di 2 binari per una lunghezza di 600 m. Questa nuova configurazione permette a CIM di attivare nell'area Boschetto una ulteriore attività intermodale che, nell'ottica di un potenziamento dei traffici nell'area, permetterà una forte sinergia con il terminal esistente e, una volta realizzato anche il secondo stralcio attuativo, il raddoppio delle potenzialità di traffici merci. Attualmente i lavori risultano in corso, il costo previsto delle opere è di 1,71 milioni di Euro.
COMUNI INTERESSATI
Novara, Galliate (NO)
» SCHEDA COMPLETA
Scheda aggiornata al 9/4/2013
INFRASTRUTTURE INTERESSATE
Centro Intermodale di Novara
Uniontrasporti @ UNIONTRASPORTI S.CONS.R.L. 2017 | P.Iva 08624711001 | Credits | Metodologia | Disclaimer | Copyright | Informativa sui Cookie
Valid XHTML 1.0!