CHI SIAMOIL PORTALECAMERE DI COMMERCIOCONTATTILINKSNEWSCREA IL TUO REPORT
TRAIL - Portale nazionale delle infrastrutture di trasporto e logistica del sistema camerale
Unioncamere
Accesso Area Riservata
Non sei ancora registrato? Clicca qui.
Cerca nel sito
INFRASTRUTTURE / Viabilità / Strada / Italia / Lombardia
SS 38 dello Stelvio (tratta lombarda)
TIPOLOGIA
Strada
PAESE
Italia
PROVINCE INTERESSATE
Como, Lecco, Sondrio
PRINCIPALI COMUNI ATTRAVERSATI
Bormio (SO), Colico (LC), Morbegno (SO), Piantedo (SO), Sernio (SO), Sondrio, Teglio (SO), Tirano (SO)
ORIGINE
Colico (LC)
TERMINE
Bormio (SO)
DESCRIZIONE
La Strada Statale 38 dello Stelvio collega la Valtellina con l'altoatesina Val Venosta attraverso il Passo dello Stelvio (2758 metri), per poi proseguire in Val d'Adige fino a raggiungere Bolzano come strada provinciale.
La strada ha origine nei pressi di Piantedo dalla SS 36 del Lago di Como e dello Spluga e termina al Passo dello Stelvio (confine tra le regioni Lombardia e Trentino Altro Adige).
Nella parte iniziale il tracciato attraversa la Valtellina parallelamente al fiume Adda. Si tratta della principale via di comunicazione tra Sondrio ed il resto della Regione. In questa sezione, quindi, il traffico, sia leggero che pesante, è abbastanza intenso durante tutto l’arco della giornata. In questa tratta pianeggiante vengono attraversati o lambiti numerosi comuni ed il limite massimo di velocità è spesso di 70 km/h (con limitazioni a 50 km/h nei centri abitati). Tra i principali si citano Morbegno, Sondrio (il cui attraversamento è evitato da una tangenziale costituita da una variante a scorrimento veloce e a carreggiata unica) e Tirano. Poco oltre questa cittadina, tra i comuni di Sernio e Bormio il tracciato originale (che attraversava tutti i centri abitati di fondovalle) è stato dismesso e la moderna statale segue un percorso a scorrimento veloce senza attraversamenti urbani, senza incroci a raso e con alcune gallerie.
A Bormio termina la variante e vi sono gli innesti con la ex SS 300 del Passo di Gavia e con la SS 301 del Foscagno. Oltrepassata Bormio la strada assume un andamento molto tortuoso per risalire la Valle di Braulio, entrando nella regione del Trentino Alto Adige attraverso il Passo dello Stelvio (2758 metri di altitudine), nel cuore dell’omonimo Parco Nazionale.
Nell’area ad Est di Sondrio, la Statale 38 è caratterizzata sempre più da traffico di tipo turistico diretto a Bormio (SO), alle altre località montane della Valtellina, al Passo ed al Parco Nazionale dello Stelvio, con picchi durante i fine settimana invernali e la stagione estiva.

Presso la località di Madonna di Tirano (SO) e in corrispondenza del Passo dello Stelvio si dipartono due diramazioni in direzione della Svizzera, denominate rispettivamente SS 38 dir/A (1,7 km) e SS 38 dir/B (0,2 km), anch'esse di competenza dell'ANAS S.p.A..

In seguito al Decreto Legislativo del 2 settembre 1997, n° 320, dal 1 luglio 1998, la gestione del tratto tra il passo dello Stelvio (confine tra Lombardia e Trentino-Alto Adige) e Bolzano è passata dall'ANAS alla Provincia Autonoma di Bolzano, che ha lasciato alla strada la classificazione e la sigla di statale (SS).
ENTI DI GESTIONE
ANAS - AZIENDA NAZIONALE AUTONOMA DELLE STRADE Spa
» SCHEDA COMPLETA
Scheda aggiornata al 5/3/2013
AGGIUNGI A I MIEI PREFERITI
APPARTENENZA A INFRASTRUTTURA SOVRAREGIONALE
SS 38 dello Stelvio
INFRASTRUTTURE COLLEGATE
SS 301 del Foscagno
SS 36 del Lago di Como e dello Spluga
SS 39 del Passo di Aprica
INTERVENTI PREVISTI
SS 38: accessibilita' Valtellina - 1 stralcio (variante Fuentes - Cosio)
SS 38: accessibilita' Valtellina - 2 stralcio (dallo svincolo di Cosio allo svincolo di Tartano)
SS 38: tangenziale di Bormio
AREA SUPPORTO ECONOMIA
Polo Tecnologico della Valtellina
Uniontrasporti @ UNIONTRASPORTI S.CONS.R.L. 2017 | P.Iva 08624711001 | Credits | Metodologia | Disclaimer | Copyright | Informativa sui Cookie
Valid XHTML 1.0!