CHI SIAMOIL PORTALECAMERE DI COMMERCIOCONTATTILINKSNEWSCREA IL TUO REPORT
TRAIL - Portale nazionale delle infrastrutture di trasporto e logistica del sistema camerale
Unioncamere
Accesso Area Riservata
Non sei ancora registrato? Clicca qui.
Cerca nel sito
INFRASTRUTTURE / Interporto / Interporto / Italia / Molise
Interporto di Termoli
TIPOLOGIA
Interporto
PAESE
Italia
COMUNI INTERESSATI
Termoli (CB)
DESCRIZIONE
La Città di Termoli rientra nel Piano degli Interporti Nazionali presentato dal Ministero dei Trasporti ai sensi della legge n. 454 del 23 dicembre 1997. L'Interporto di Termoli, ai sensi della disciplina succedutasi nel tempo (Delibera CIPET del 31 marzo 1992, Delibera CIPET del 7 aprile 1993, art. 6 della Legge 204/95, D.P.R. del 3 luglio 1998) è considerato di rilievo nazionale. Sull'Interporto di Termoli insistono ad oggi tre finanziamenti regionali (dell'importo complessivo di 11.726.338 euro), e un finanziamento ministeriale, dell'importo di 4.630.036 euro.
La localizzazione dell'Interporto di Termoli era stata individuata all'interno del territorio di pertinenza del Consorzio Industriale della Valle del Biferno. Più precisamente, si tratta dell'area situata tra gli abitati di Campomarino a sud-est e Termoli a nord-ovest, e il tratto finale del fiume Biferno.
Quest'area é costituita da un grande spazio aperto di circa 50 ettari, posto nella Bassa Valle del fiume Biferno, a circa 1,5 km dalla costa molisana, in aderenza alla direttrice infrastrutturale-trasportistica del Corridoio Adriatico (autostrada A14 - Ferrovia Bologna-Taranto – Strada Statale S.S. 16 Adriatica, Strada Statale S.S. interna Termoli-Campobasso).
L'opera si pone quindi come nodo di interscambio logistico a servizio di una vasta area che va da quella regionale, al basso Abruzzo, all'alta Puglia, con possibili estenzioni verso l'Alta Campania e il Basso Lazio mediante collegamenti ferroviari, stradali e marittimi.
Dal punto di vista paesistico ed ambientale, l'area interessata dal progetto é sottoposta:
a) alle disposizioni della legge 1497/1939 per effetto del D.M. 20/02/1970(G.U. n. 161 del 30/06/1970); b) al Piano Paesistico Ambientale d’Area Vasta n. 1 – Fascia Costiera, approvato con delibera di G.R. n. 253 dell’1.10.1997 (B.U.R.M n. 22 del 15.11.19897), all'interno del quale é classificata MV1 art. 30/Aree con particolari ed elevati valori percettivi che richiedono la verifica di ammissibilità; per qualsiasi trasformazione di tipo urbanistico Il progetto, inoltre, prevede una imponente trasformazione del bacino del fiume Biferno a Porto Canale Commerciale in un ambito per il quale le Norme del Piano Territoriale Paesistico Ambientale di Area Vasta n. 1 – Fascia Costiera, cui il fiume è sottoposto, consentono unicamente “interventi volti alla conservazione, miglioramento e ripristino delle caratteristiche costitutive degli elementi con mantenimento dei soli usi attuali compatibili.
ENTI DI GESTIONE
REGIONE MOLISE
» SCHEDA COMPLETA
Scheda aggiornata al 29/1/2011
AGGIUNGI A I MIEI PREFERITI
INFRASTRUTTURE DI ACCESSO (strade e ferrovie)
Autostrada A14 Bologna - Taranto (tratta molisana)
Linea ferroviaria Bologna - Bari (tratta molisana)
SS 16 Adriatica (tratta molisana)
SS 87 Sannitica (tratta molisana)
Uniontrasporti @ UNIONTRASPORTI S.CONS.R.L. 2017 | P.Iva 08624711001 | Credits | Metodologia | Disclaimer | Copyright | Informativa sui Cookie
Valid XHTML 1.0!