CHI SIAMOIL PORTALECAMERE DI COMMERCIOCONTATTILINKSNEWSCREA IL TUO REPORT
TRAIL - Portale nazionale delle infrastrutture di trasporto e logistica del sistema camerale
Unioncamere
Accesso Area Riservata
Non sei ancora registrato? Clicca qui.
Cerca nel sito
INFRASTRUTTURE / Vie Navigabili / Turistica / Italia / Lombardia
Sistema dei navigli lombardi
TIPOLOGIA
Turistica
PAESE
Italia
PRINCIPALI PORTI INTERESSATI
 
DESCRIZIONE
La rete dei navigli, in grado di collegare la città di Milano alle principali vie fluviali della pianura padana, ha costituito in passato un elemento portante del sistema economico lombardo, con particolare riferimento al trasporto delle merci.
La rete idroviaria completata grazie alla realizzazione dei navigli comprende tre importanti corsi d’acqua lombardi, il Ticino ad ovest, Il Po a sud e l’Adda ad est, delineando un ampio schema di relazioni commerciali con le province periferiche e anche con la Svizzera meridionale.
Il primo naviglio ad essere realizzato fu il Naviglio Grande, dal 1179 al 1272, l’unico privo di chiuse, realizzato sfruttando la pendenza del terreno. Successivamente, nella seconda metà del quattrocento, furono realizzati il Naviglio della Martesana (per collegare Milano all’Adda ed al Lago di Como), ed il Naviglio di Bereguardo, complementare al Naviglio Grande. Alla fine del diciottesimo secolo verrà poi inaugurato il Naviglio di Paderno, con lo scopo di consentire la navigazione ininterrotta tra Lecco e Milano, mentre all’inizio del diciannovesimo secolo viene collaudato il Naviglio Pavese, pensato e progettato nei secoli precedenti, ma non realizzato a causa di problematiche tecniche irrisolte.
» SCHEDA COMPLETA
Scheda aggiornata al 5/3/2013
AGGIUNGI A I MIEI PREFERITI
INTERVENTI PREVISTI
Navigli lombardi: valorizzazione
Uniontrasporti @ UNIONTRASPORTI S.CONS.R.L. 2017 | P.Iva 08624711001 | Credits | Metodologia | Disclaimer | Copyright | Informativa sui Cookie
Valid XHTML 1.0!